ASSOLO DI SAMUELE RUBINO AL 38° GP MAGLIERIE FDB

Trasferta in Veneto per la squadra degli allievi guidata dal DS Marco Padovan che ha preso il via a Cologna Veneta (VR) al 38°GP Maglierie FDB di Km 78,6 classica di categoria  valevole per il prestigioso challenge Oscar Tuttobici.

Bellissima azione di Samuele Rubino che, nelle penultima salita, saluta gli avversari e  arriva al traguardo in solitaria con oltre un minuto di vantaggio sul gruppo. L’atleta granata conquista così  la sua settima vittoria stagionale.

I compagni di squadra Nicholas Dresti,Giuseppe Mendicino, Alberto Minacci, Carlo Ottone e Arsen Vintoyak arrivano in gruppo. Sfortunata la prova di Alessio Todescato costretto al ritiro a causa di una caduta che gli costa alcuni punti di sutura.

Esordienti impegnati nel 4°Trofeo Comune di Gattico Km 32,5 per il primo anno e 38 per il secondo.

Buona prova di Manuel Sannazzaro, quinto, dopo una fuga in compagnia di un ristretto numero di atleti che giungono al traguardo con oltre tre minuti di vantaggio sugli inseguitori. Vittorio Deantoni e Simone Costantino arrivano in gruppo.

Per il secondo anno Alessandro Bona, Ivan Garzi e Giosuè Monti in gruppo.

Ragazze esordienti in gara a Macherio (MB) nel 3° Trofeo Midas  di Km 27 tre giri di un percorso con GPM a 3 Km dall’arrivo.

Nell’arrivo in volata  bene Francesca Barale che giuge settima, Sofia Nicolini e Georgiana Turlea arrivano a ridosso dei primi.

Trasferta ad Asti per i Giovanissimi nel 10°Memorial Fratelli Battista e Marco Giuntelli gara valida come 3° prova del trofeo Primavera.

Di seguito i risultati ottenuti:

G1M  Tito DeMarchi caduta senza conseguenze.

G2M  Luca Dell’Orsi secondo, Lorenzo Simonelli sedicesimo.

G2F  Lavinia Ottone seconda tra le femmine.

G3M  Alessio Rossi diciassettesima posizione dopo caduta.

G4M   Manuel Pedretti nono, Roberto Tagliafierro ventesimo.

G4F    Ilaria Pinauda terza tra le femmine.

G5M  Chistian Donatelli terzo, Manuele Padovan nono.

 

 

COMUNICATO STAMPA 17-2016 del 19-06

PEDALE OSSOLANO IDROWELD

Barbara Deregibus

Matteo Nicolini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*