DEBUTTO COL BOTTO PER IL PEDALE OSSOLANO IDROWELD

Uno strepitoso Myles Porcelli
domina a Monte San Pietro (Lu)
Francesca Barale terza a Macherio
E’ stata un domenica entusiasmante l’apertura stagionale del Pedale Ossolano Idroweld impegnato in
varie località del nord e centro Italia , ha portato bene la decisione di, per la squadra esordienti 1° e 2°
anno, debuttare in toscana nel 1° Trofeo Angelo Impianti Group invitati dal patron Giuseppe Tomei
nell’ambito della giornata azzurra della Coppa Cei .Nella gara riservata ai secondo anno uno strepitoso
Myles Porcelli fa sua una gara dominata totalmente; dopo la prima parte svolta senza grossi sussulti a due
km dall’arrivo ha fatto suo il Gran Premio Della Montagna da dove sullo slancio si è formato un drappello
di sette corridori che si giocano la vittoria. La volata imperiosa di Myles non da scampo al resto dei fuggitivi
che relega al secondo posto Edoardo Cipollini del’ASD Montecarlo Ciclismo favorito di casa e nipote del
grande Mario , presente sul traguardo, al terzo posto Thomas Del Frate del Team Vadinievole. Questa
vittoria di Myles da una soddisfazione particolare ai dirigenti del Pedale che nell’inverno tanto si sono
impegnati nel complicato passaggio di Myles da una squadra lombarda al nostro sodalizio ossolano. Buona
prestazione per Edoardo Rubino che giunge dodicesimo, nel gruppo a seguire Christian Donateli, arrivo in
gruppo per Manuel Pedretti, Samuele Fighetti e Diego Parmigiani nella corsa dei primi anno.
Ottimo terzo posto per Francesca Barale a Macherio nella volata finale di una trentina di ragazze, delle
ottanta partenti selezionate dai continui attacchi di Francesca sull’unico strappetto presente sul percorso
ripetuto sei volte. Volata vinta da Sara Fiorin sulla compagna di squadra Alessia Manenti.
Tutti nel gruppo di una settantina di corridori ,dei duecento partenti , alla Varese-Angera i nostri allievi
Mirko Bozzola(18°), Manuel Sannazzaro, Simone Costantino, Longo Riccardo, Marco Boldini e Mattia
Mazzurri.

il podio di monte san pietro con Myles Porcelli ed il presidente Florido Barale