E’del bergamasco Davide Baldaccini la terza edizione di “Dalle Mura al Muro”

Per il vincitore un acuto d’autore sulla salita principe, contenendo il ritorno dell’umbro Corradini, terzo il ligure Guasco, protagonista di una prestazione coraggiosa e di spessore. Sul traguardo di via Principi Amedeo a Frossasco, Corradini conduce in porto una gara nel complesso spettacolare, nobilitata dalla partecipazione dei corridori azzurri reduci dal raduno in quota a Sestriere, in preparazione dei mondiali inglesi. Perla nel calendario piemontese, la manifestazione pinerolese – terra di grande ciclismo grazie ad una lunga, perdurante stagione di mecenatismo- allestita da Gsr Alpina ha visto tanti bei nomi dell’anticamera del professionismo, forte dello status di corsa Nazionale. Dopo lo start dal suggestivo borgo alle porte di Pinerolo, cinto da mura medievali, il successivo sviluppo pianeggiante con una fuga a 19 con corridori di grande blasone come Pupoio e Battistella ha fatto da premessa alla fase clou, caratterizzata da tre giri dell’anello di 8 chilometri comprendente l’erta della Sala, tra Frossasco e Cantalupa.
Al via sodalizi di prim’ordine nel panorama italiano (6 le compagini toscane) e rappresentate anche Inghilterra, Francia e Svizzera. L’albo d’oro vede dunque succedere all’inglese Paul Double, partito con il dorsale numero 1, un alfiere della corazzata bergamasca quinta con Covi, preceduto dall’azzurro Stefano Oldani.