Eleonora Gasparrini Campionessa italiana Junior donne strada

Piemontese di Torino (VO2 Pink) ha battuto in volata la compagna di fuga Noemi Lucrezia Eremita (Ciclismo insieme). Vince la volata del gruppo Lara Crestanello (Ciclismo insieme).

Comunicato stampa a cura di Roberto Ferrante

CASTELLALTO (TE) – Arriva dal Piemonte la nuova campionessa italiana di ciclismo su strada per la categoria juniores. Il suo nome è Eleonora Camilla Gasparrini ed è in forze al team VO2 Pink con la guida dell’olimpionico di Atlanta 1996 Andrea Colinelli. In casa Vomano Bike Marta Bastianelli e sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, sul traguardo di Castellalto in provincia di Teramo, ha preceduto in uno sprint deciso la compagna di fuga Noemi Lucrezia Eremita (Ciclismo Insieme), chiudendo gli 89,2 km di gara alla media di 37,149 km/h, in 2 ore 24’ e 04” due delle quali passate sotto un diluvio incessante che ha avuto il solo beneficio di rinfrescare l’aria. Il gruppo è stato regolato da Lara Crestanello (idem). Per la Gasparrini si tratta di una storica doppietta: il mese scorso ha vinto anche la maglia tricolore a cronometro, a Corsanico Terme.

Un successo di classe, quello della Gasparrini, che giunge dopo un poderoso contrattacco solitario sferrato sul finire del penultimo giro, quando era stata appena ripresa la fuga che ha animato la maggior parte della corsa. Raggiunta in seguito dalla Eremita, le due hanno proseguito di comune accordo nella difficile impresa di tenere a bada il gruppo, indietro di soli 15-20 secondi. E si è trattato in effetti di un ultimo giro tutto al cardiopalma, l’unico tra l’altro asciutto in una gara bagnatissima (diluviava ininterrottamente dalle 8 del mattino). La cronaca dello speaker ufficiale Ivan Cecchini ha scandito l’avvicinamento incalzante verso lo striscione di arrivo, ma nemmeno le ultime rampe della salita verso l’Abbazia di San Clemente sono state favorevoli alle inseguitrici. Anzi, hanno dato quello spunto giusto alle fuggitive per giocarsi tutto in volata.

LA FUGA DI GIORNATA NON PREMIA – Nella fuga che ha animato la maggior parte della gara erano in tre (dopo un tentativo iniziale di 5, poi rientrato, in cui figuravano l’abruzzese Realini e la stessa Eremita): Cristina Tonetti, Martina Sgrisleri e Maria Pia Chiatto, con quest’ultima che ha anche conquistato il Gran Premio della Montagna collocato al penultimo passaggio presso l’abbazia di San Clemente al Vomano. Non appena sono state riprese (vantaggio massimo 1’38” al terzo passaggio) è partita in contropiede la Gasparrini, come un siluro che fiondava l’acqua fluente sul rettilineo d’arrivo. Ottimo il gioco di squadra in casa VO2 Pink, con tutte le ragazze a coprire la compagna in fuga, un legame speciale manifestato anche nella festa corale durante le premiazioni.

LE DICHIARAZIONI DELLA GASPERRINI: «All’ultimo km ho capito di potercela fare, il gruppo ci vedeva e sino all’ultimo non abbiamo potuto smettere di fare ritmo perché rischiavamo che rientrassero da dietro. Entrati nei 200 metri mi sono alzata sui pedali e ho dato tutto quello che era rimasto per conquistare questo titolo. Non è facile gestire le energie mentali in una situazione così tirata, occorre crederci sino alla fine senza deconcentrarsi, perché può accadere qualsiasi cosa anche negli ultimi metri. Questa maglia è per il mio presidente Gian Luca che non ci fa mai mancare nulla ed è sempre pronto a darci tutto quello che ci serve».

UNA PREDESTINATA – Classe 2002, quindi al primo anno nella categoria, la Gasparrini ha il palmares della predestinata: quest’anno si è laureata Campionessa europea su pista (Omnium e Quartetto) alla rassegna di Gand. E quella conquistata a Castellalto è la nona maglia tricolore della sua giovane carriera, tra strada e pista. Cresciuta ciclisticamente nella Rodman Pink Power, squadra della sua città San Dalmazzo di None, si è trasferita quest’anno alla VO2 Pink con il suo direttore sportivo Stefano Pairetti. Fa festa la squadra di patron Gian Luca Andrina, perché detiene un record singolare: nell’anno solare 2019 è andata a medaglie in tutte le rassegne tricolori a cui ha preso parte.

 

CS