Un gran momento per il ciclismo giovanile piemontese.

E’ davvero un gran momento per il ciclismo giovanile piemontese che sta collezionando successi ovunque.

Appena sette giorni dopo il successo di Picchi di Cherasco, il talentuoso Alessandro Perracchione ha dimostrato di non aver minimamente patito il salto di categoria, replicando negli juniores a Cesenatico.

Sei corse, cioè sei vittorie, l’impressionante rullino di marcia di Gregorio Acquaviva, mattatore negli esordienti del secondo anno anche a Varallo Sesia.

Non è da meno il coetaneo Nicola Cerame, alla terza affermazione stagionale, ottenuta stavolta a Ronco di Gussago nel bresciano.

Note positive tra gli allievi anche per Lorenzo Rossini per la seconda volta a braccia alzate, stavolta in quel di Abbiategrasso.

Si veste dei colori dell’azzurro invece l’annata ciclistica di Martina Sanfilippo, che ha indossato la maglia della Nazionale donne junior, in occasione della trasferta francese del “Tour de Gevaudan Occitanie – Coppa delle Nazioni”, svoltasi in due tappe. Grazie anche al suo contributo l’Italia è stata premiata quale miglior squadra. Infine, non ha vinto Simone Carrò, ma ha dato ugualmente gran lustro alla spedizione nelle Isole Azzorre dell’Aries Cycling, incassando il terzo posto finale nel “GP Azores”, una tre giorni per dilettanti.